CHI SONO 

Spyros 

il 1° Masterchef d'Italia

Appassionato di cucina dalla nascita.  I fornelli sin da piccolo sono i miei giochi preferiti. La cucina per me è emozione, nel piatto non solo ci sono i sapori ma anche tutto l’amore per la persona. Amo tutti gli odori che escono dalla cucina, è la mia fonde di ispirazione principale ,  dal odore cerco di ricostruire il piatto oppure creare nuovi, se l’odore è buono il sapore del piatto sarà favoloso. La cucina unisce le persone, la cucina rende le persone felici, la cucina è un gesto d’amore la cucina è passione. A volte faccio fatica dire con le parole quanto voglio bene le persone, per me è più facile dimostrarlo cucinando. Nella vita non ho fatto il cuoco …avrei voluto ma avevo intrapreso un'altra strada, che non mi riempiva il cuore, mi chiedevo di continuo come fare per cambiare il corso delle cose. L’unica attività che riempiva questo vuoto era cucinare: la cucina mi chiamava, era il mio rifugio dove la mia creatività trovava sfogo …finche non è arrivato Masterchef Italia. Come tutti gli appassionati di cucina non perdo un programma in televisione, le edizioni estere mi avevano colpito, era quello che sognavo fare, un salto di qualità, avvicinarmi nell’alta cucina. Un giorno ho visto un annuncio in televisione che stavano cercando cuochi amatoriali per il primo Masterchef Italia. Mi sono iscritto subito….Nonostante le mie paura iniziali sono passato tutte le selezioni….una felicità enorme che tutt’ora quando ci penso mi torna il sorriso della felicità… ma ero già pronto a fallire, predisposto mentalmente a mettermi in gioco e perdere….è stato questo che mi aiutato a vincere…non mi sono presentato come un genio della cucina italiana ma come uno che vorrebbe nella vita diventare un genio della cucina italiana. Per me Masterchef non è stata una gara ma una scuola di alta cucina, ho ascoltato tutti i consigli dei giudici, tre guru dell’alta ristorazione, come una spugna ho assorbito tutto, volevo imparare più che potevo, accogliere e sfruttare nel miglior modo possibile i segreti degli chef. A metà gara avrei dovuto prendere una decisione …o tornare nel mio lavoro da impiegato o seguire il mio sogno …la cucina …ho scelto la seconda ….dopo la mia vincita del  1° Masterchef Italia la mia vita è cambiata completamente. Finalmente faccio quello che amo. Volevo approfondire ancora di più la cucina, volevo imparare, volevo vedere….ho fatto numerosi stage nei ristoranti, ho girato tutta l’Italia, grazie ai miei live cooking e partecipazioni agli eventi culinari, corsi di cucina. Due libri di cucina uno per i grandi “Cuoco per emozione” e uno per i più piccoli  “Help Kitchen – Guai in padella”. Ho fatto tre programmi televisivi, ho cucinato con i bambini nel mio programma di cucina dedicato a loro “Help Kitchen – Guai in padella” su Deakids aiutandoli attraverso un gioco a trasmettere il loro amore per la persona in un piatto, essere curiosi in cucina e trasformare gli ingredienti non tanto amati dai bambini a un sapore indimenticabile e buono. “Party con Spyros” sempre per i più piccoli, ricette  veloci da condividere con gli amici per tutte le feste, “Sai cosa mangi” Rete 4 per il pubblico del mattino ricette innovative per un ottimo pranzo o cena.
Ospite a numerosi programmi a parlare della mia cucina, della mia passione, per me il cibo piuttosto che tradizione, è innovazione ho bisogno di guardare il futuro immediato per riuscire a creare. Grazie a tutte queste attività ho girato tutta l’Italia, ovunque sono stato ho voluto assaggiare i piatti tradizionali del territorio, la tradizione è storia, da li che nasce tutto senza la tradizione la cucina innovativa non sarebbe mai stata. Amo scoprire prodotti nuovi, sapori, ricette e abitudini a tavola che raccontano la storia. In cucina con amore e passione con poco puoi fare tanto. La memoria del palato è il filo conduttore per la creazione di un piatto. Come bene sappiamo la cucina è cultura ed io aggiungo la cultura si crea e va coltivata…..
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon

Seguimi

© 2016 by Spyros Theodoridis.